Presentazione
 Struttura
 Certificazioni
 Competenze
 Contatti
 
 
 Finalità
 Servizi offerti
 Progetti in corso
 Progetti eseguiti
 Progetti promossi
 Restauri finanziati da pubblicità
 Relazioni tecniche
 
 
 Pagine soci
 Partnership
 
 
 Login
 
 

Compagnia Italiana di Conservazione

Fondata a Torino nel 1998, la Compagnia Italiana di Conservazione è un consorzio senza fini di lucro, che riunisce professionisti e società operanti nel settore del restauro, della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale nazionale.Grazie alla lunga esperienza dei consorziati e alla costante ricerca dell’eccellenza, la Compagnia Italiana di Conservazione promuove e realizza progetti di restauro nel settore dei beni culturali su tutto il territorio nazionale, attraverso il recupero di finanziamenti privati provenienti da Fondazioni bancarie e Maxi Affissioni pubblicitarie. Nella provincia di Torino, insinergia con le amministrazioni locali, realizza tra il 1998 e il 2007 progetti di restauro autofinanziati per un ammontare complessivo di c.a. 3.500.000 Euro.

Oggi la Compagnia, presieduta da Alessandra Morelli, restauratrice attiva nel settore dal 1982, diplomata all’Istituto Superiore per la Conservazione e Restauro di Roma nel settore Materiali Archeologici e Suppellettili Antiche, si occupa di restauro di Beni Monumentali i cui materiali costitutivi sono Materiali Lapidei, bronzi, Intonaci, Stucchi, Dipinti Murali, Mosaici ed altri metalli come oreficerie e argenterie liturgiche ; realizza progetti di recupero con una metodologia integrata originale e collaudata che analizza, gestisce e risolve in modo nuovo le complesse problematiche del restauro. Affronta ogni progetto con spirito propositivo e pragmatico, dall’idea alla consegna all’ente committente, con tempi, standard qualitativi e budget predefiniti.

Negli anni, la Compagnia è diventata un soggetto rilevante per lo studio, la consulenza e l'assistenza tecnica nel campo della conservazione delle opere d’arte ed ha sempre coltivato rapporti diretti e condiviso progetti con l’Istituto Centrale per il Restauro, l’Opificio delle Pietre Dure e il Centro di Conservazione e Restauro di Venaria Reale. Collabora nella pratica quotidiana con le Soprintendenze, i centri di ricerca e diagnosi, pubblici e privati, le Università del settore.

Con un approccio innovativo, unico nel panorama culturale italiano, la Compagnia Italiana di Conservazione garantisce la sostenibilità economica dei progetti, evitando così di gravare sui bilanci pubblici degli enti committenti. Attraverso l’ attività autonoma di ricerca di fonti di finanziamento alternative, stimola nuove sinergie tra il mondo dell’impresa e il mondo dell’Arte.

Statuto della Compagnia


Compagnia Italiana di Conservazione